"Vieni in Macedonia"

Zurigo. Skopje, la capitale della Macedonia, rappresentava la meta di viaggio del sommoapostolo Richard Fehr. Quasi 300 anime partecipavano al servizio divino che si svolgeva domenica, 25 maggio 2003, nella sala di un albergo della città.

Non a caso il sommoapostolo scelse per questo servizio divino la parola che si legge in Atti degli apostoli 16, 9: "Paolo ebbe durante la notte una visione: un macedone gli stava davanti, e lo pregava dicendo: «Passa in Macedonia e soccorrici»." Riferendosi al testo biblico il sommoapostolo disse nella sua predica: "L'invito «Passa in Macedonia e soccorrici» evidenzia che nelle questioni dell'anima e nelle questioni spirituali non ci si può aiutare da sé semplicemente, ma che ci vuole un aiuto da parte di Dio, per mezzo di suo Figlio e dei messaggeri da lui inviati."

Come epilogo della sua breve visita in Macedonia, il sommoapostolo citò la parola: "Ora, fratelli, vogliamo farvi conoscere la grazia che Dio ha concessa alle chiese di Macedonia" (II Corinzi 8, 1).

Le sei comunità neoapostoliche della nazione macedone contano circa 380 membri; esse vengono curate dalla Chiesa regionale della Germania del Sud (www.nak.de/sued/text/p_5.html).

30 May 2003